Campionato Nazionale Juniores di Judo 2019

TRICOLORI UNDER 21 A BRESCIA, GIORGIO MAJORANA: "Che emozione!"

È nell’emozione di Giorgio Majorana, campione di qualche decennio fa ed attuale presidente della Forza e Costanza Brescia, la sintesi del campionato italiano juniores che si è disputato nel Centro Sportivo San Filippo, sede della storica società.
Quattrocentosettanta gli atleti in gara, 227 le società ed una grande festa che, a due settimane dagli Assoluti ed al termine di due giornate di gare, ha assegnato i titoli tricolori under 21.
“Che grande emozione! – ha detto Majorana – questo campionato italiano, organizzato in collaborazione col Comitato regionale lombardo, ha regalato davvero grandi emozioni ed è stata per noi una grandissima soddisfazione! Sono state due bellissime giornate di festa e di sport! Ringrazio tutti!”.


campionato nazionale juniores judo 2019

Ezio Gamba, General Manager della Nazionale Russa di Judo premia la categoria -81 kg, nella quale il figlio Giacomo si laurea Campione Nazionale

BRONZO STORICO

Giorgio Majorana assieme a, fra gli altri, Felice Mariani, Luigi Nasti, Ezio Gamba, conquistò a Brescia un bronzo storico agli europei a squadre nel 1979, esattamente 40 anni orsono.
campionato nazionale juniores judo 2019

Organizzazione perfetta: Giorgio Majorana, presidente della Forza e Costanza ed Ezio Gamba

GIOVANI CAMPIONI CRESCONO

Ed è stato proprio quel ricordo a scatenare l’emozione del presidente bresciano nel momento in cui Giacomo Gamba, figlio d’arte, ha conquistato il titolo italiano juniores negli 81 kg.
“Dopo quarant’anni vedere Giacomo Gamba, al quale sono affezionato come fosse mio figlio, vincere il campionato italiano a casa nostra, è stata un’emozione veramente forte”. Ed emozioni forti sono state anche quelle che hanno provato a Brescia diverse campionesse di un passato più o meno recente, nell’assistere alle gare dei propri figli. È stata una festa della mamma certamente un po’ particolare infatti per Monica Barbieri e Cinzia Amici, Francesca Campanini e Roberta Berti, ma anche per Alessandra Giungi, bronzo a Seoul, quinta a Barcellona, oro, argento e bronzo ai mondiali, otto volte sul podio agli europei (due volte oro).
Qualche figlio ha vinto, qualcun altro si è piazzato, ma è stata festa della mamma ugualmente, anche per le ex-campionesse.

LE EMOZIONI

Queste le emozioni dei vincitori. Matteo Martelloni (55): “Mi sono trasferito a Firenze per l’università e così mi sono iscritto all’Accademia Prato, con Fabio Barni. Mi sono sentito subito in famiglia.
Dedico questa vittoria ai miei genitori che si sono fatti in quattro per me quest’anno, mi hanno aiutato davvero in tutto!!”.
Biagio D’Angelo (60): “Ho lavorato molto perchè dopo il quinto posto agli Assoluti dovevo fare qualcosa di buono.
Con Antonio (Bottone) siamo amici da sempre ed al termine della finale gli sono stato vicino proprio per questo”.
Federico Cuniberti (66): “La gara è stata dura, ma voglio ringraziare tutti, in modo speciale Samuel Salvo con cui mi alleno ogni giorno, ma anche i grandi campioni come Manuel (Lombardo), Fabio (Basile) Ermes (Tosolini), Regis, Carollo, Edoardo (Mella), Rubeca”. Edoardo Mella (73): “Sono molto felice, dedico la vittoria ai miei genitori, ai miei allenatori Massimo e Pierangelo e anche a Raffaele e tutti i miei amici Luca Rubeca, Federico Cuniberti, e tutti gli altri con cui mi alleno e mi danno tante mazzate”. Daniele Accogli (90): “Volevo questo secondo titolo per quest’anno e stavo molto bene.
Sono molto contento per avercela fatta e dedico la vittoria a mio fratello che si è infortunato, ma che tornerà presto più forte di prima.”

LA DEDICA

Giacomo Gamba (81): “Bellissimo vincere a casa! Mi alleno qui da quando son nato. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, alla mia ragazza, al CS Carabinieri che mi sta supportando, il fisioterapista e poi tutti i ragazzi della Forza e Costanza”.
Enrico Bergamelli (100): “Era importante per me potermi rifare! E grazie all’aiuto dei Carabinieri e della nazionale sono riuscito a realizzare i miei obiettivi”. campionato nazionale juniores judo 2019 Giorgio Majorana e Giacomo Gamba

La gara di Giacomo Gamba

Gli Obiettivi

Lorenzo Agro Sylvain (+100): “Sono contento perchè l’importante non era la medaglia, ma confermarsi campione. Ora vorrei vincere anche Europei e Mondiali. E poi anche le Olimpiadi.” Asia Avanzato (44): “Sono molto contenta, speravo di vincere e ci sono riuscita. La dedico al mio allenatore, alla mia famiglia e a tutti i compagni di palestra.
Ora spero di partecipare agli europei e magari anche ai mondiali”.
Assunta Scutto (48): “Ho vinto perchè sto lavorando tanto e, come in ogni gara, ero tesa, ma anche sicura delle mie potenzialità. Per quest’anno punto agli europei e ai mondiali cadetti, ma non mi accontento, voglio arrivare alle Olimpiadi”. Veronica Toniolo (52): “Dedico questa vittoria a me, perchè ho lavorato tanto, poi alla mia famiglia, stiamo costruendo questo percorso che sarà ancora molto lungo insieme. Volevo centrare il doppio titolo, cadette e junior, ce l’ho fatta e sono molto contenta”.



LA SICUREZZA

Silvia Pellitteri (57): “Ogni gara fa storia a sè e l’obiettivo è vincere. Non sempre ci si riesce, ma sono riuscita a centrare l’obiettivo.
Dedico questa vittoria alla mia mamma, non solo perché oggi è la sua festa”.
Flavia Favorini (63): “Ero sicura di arrivare in finale, ma la finale non era scontata perché Nicolle D’Isanto è molto forte e arriva dalla vittoria all’assoluto.
Dedico la vittoria alla mamma, al mio Judo Frascati ed al Banzai Cortina che mi permette di allenarmi lì.” Martina Esposito (70): “Superato un periodo un po’ buio lavorando molto, ora arrivano i risultati e mi auguro arrivino anche in campo internazionale.
Dedico questa vittoria al mio maestro Gianni Maddaloni”.

LA CONFERMA

Betty Vuk (78): “Mentalmente e fisicamente stavo molto meglio rispetto agli assoluti di due settimane fa e dedico questa vittoria alla mia famiglia.
Ero sicura di dover dare di più, l’ho fatto e ho vinto”.
Annalisa Calagreti (+78): “Ho avuto un intervento alla spalla ed è stato difficile riprendere, ma ho avuto conferma che piano piano mi sto riprendendo.
Dedico la vittoria a mia madre e a una persona speciale che è casa che mi aspetta”.
Le classifica per società sono state vinte dall’Akiyama Settimo Torinese nelle categorie maschili e dal Fitness Club Nuova Florida nelle categorie femminili.


campionato nazionale juniores judo 2019

La gioia di Giacomo, vincitore dei -81 kg


campionato nazionale juniores judo 2019

Riscaldamento: gli atleti si preparano alla competizione


Seguici su Facebook e condividi questa notizia!

Condividi questa notizia su WhatsApp!

Forza e Costanza Brescia

Seguici su Instagram!

Visualizza questo post su Instagram

Campionati italiani juniores #judobrescia2019

Un post condiviso da F&C (@forzaecostanzabs) in data: