YOUTH LEAGUE KARATE 1 JESOLO 2021 GABRIELE PEZZOTTI Bronzo nella cat. Cadetti -70 kg.

Jesolo
  • Data : 11.12.2021

karate brescia

L'ultimo evento dell'anno del Karate internazionale si è celebrato a Venezia (Italia) dal 9 al 12 dicembre con la “VENICE CUP 2021 e il KARATE 1-YOUTH LEAGUE VENICE 2021.
Per il quarto anno consecutivo, l’Italia ha ospitato un evento di Karate 1-Youth League. Dopo la prima volta a Caorle, il torneo si è spostato a Venezia nel 2019 e quest’anno ancora una delle quattro competizioni al mondo dedicate ai giovani si è confermata a Jesolo (Venezia).
Mentre l'edizione 2020 è stata annullata a causa della pandemia di coronavirus, questa edizione 2021 è stata il torneo più imponente e più atteso con record di partecipazione nuovamente infranti con circa 2600 atleti provenienti da 54 paesi. Otto i tatami di gara al “Palainvent” nei tre giorni di gara, con categorie maschili e femminili che si sono sfidati nelle fasi di eliminazione e finali fino a tarda serata. A testimonianza della popolarità del Karate tra i giovani, la Karate 1-Youth League Venice celebra il brillante anno del Karate internazionale come torneo finale della stagione dopo Limassol (Cipro), Porec (Croazia) e Istambul (Turchia). Non potevano mancare all’appuntamento i nostri giovani, con due presenze nella Nazionale Italiana di Veronica Vitali e Gabriele Pezzotti e i nostri portacolori Annabruna Bontempi, Lisa Federici, Valentina Simonini. Con una gara a dir poco strepitosa Gabriele Pezzotti conquista il Bronzo nella categoria cadetti -70 kg. maschili.
Una categoria con 77 iscritti provenienti da tutto il mondo. Otto le pool, ma per noi non poteva mancare la pool difficilissima, ormai una consuetudine per Gabriele, con campioni affermati e con la presenza del vicecampione Europeo in carica al secondo turno. Dopo aver superato al primo turno l’Ucraino Revvo Nazar per 4 a 0, ecco il match decisivo per poter andare avanti, contro l’olandese Franken Ricardo battuto nettamente 3 a 1 nonostante numerosi “punti” non aggiudicati che hanno preoccupato a dir poco gli Allenatori della Nazionale italiana presenti.
Combattuto il successivo incontro di finale pool con l’ucraino Shelepnytskyi dove si è ancora evidenziata la “disattenzione” della pool arbitrale che non ha fermato il passaggio alla successiva macro pool, dove purtroppo si è verificato quello che si temeva con errori e valutazioni difficilmente visti in gare internazionali. Gabriele nonostante sia andato a punto con velocità e precisione è stato penalizzato 4 volte per contatto eccessivo che lo ha portato inevitabilmente alla squalifica. Forti le lamentele per l’accaduto da parte della delegazione italiana, che hanno costretto Gabriele ai ripescaggi. Dopo una lunga attesa nella sala “warm up”, Gabriele si è ripresentato sul tatami per il primo ripescaggio con una consapevolezza delle proprie capacità e grinta straordinarie. Devastante la superiorità contro l’Islandese Hjartarson battuto 11 a 1 che lo ha portato finalmente alla finale terzo quinto vinta su francese Araminthe 4 a 3. Un podio che si aggiunge agli altri tre conseguiti dalla Nazionale Italiana Cadetti. Un plauso anche al Coach della Nazionale Italiana Simone Genocchio che ha seguito Gabriele con professionalità e attenzione anche nei momenti più difficili della gara.

karate brescia

Nonostante l’emozione per il debutto con lo scudetto dell’Italia, Gabriele ha dimostrato come la fiducia a lui riposta sia stata gratificata con un risultato che corona un anno di successi e che lo colloca ai vertici non solo nazionali (Campione Italiano 2021) ma anche internazionali.
Veronica Vitali dopo una buona partenza e superamento del primo turno contro l’atleta Russa Evelina per 4 a 0, si è dovuta fermare contro l’altleta Ucraina Servaieva. Anche Valentina Simonini si è dovuta fermare al primo incontro nonostante il pareggio di 3 a 3 perso per “senshu” contro l’ucraina Tolstova. Lisa Federici, nonostante le non buonissime condizioni, ha gareggiato uscendo al primo turno per 2 a 0 contro la slovena Kalamarova.
Come al solito i nostri ragazzi e ragazze hanno dimostrato che possono competere a livello internazionale, dimostrando qualità tecniche indiscutibili e determinazione.
Complimenti!